I materiali e la costruzione di un ombrello

La costruzione dell’ombrello ha trascorso diverse fasi fino ad oggi, e col passare degli anni la qualità dei materiali usati è migliorata. Una delle innovazioni più importanti relativamente alla costruzione dell’ ombrello personale, avvenne nei primi anni del decennio 1850, quando l’americano Samuel Fox pensò di  usare  barre d’acciaio piegate a sezione a U per la fabbricazione dei punti laterali e pieghevoli, affinché risultasse una struttura più leggera e allo stesso tempo più resistente. Prima di questa invenzione, gli ombrelli erano costruiti con canna o con l’osso di balena. Vediamo quali sono le principali parti di un ombrello e come vengono fabbricati oggi.

L’asta

L’ombrello di oggi è ancora manufatto   da operai in modo semiautomatico. La scelta dei materiali e il controllo della qualità sono realizzati durante il processo produttivo. Anche se un ombrello benfatto non deve essere per forza  costoso, i materiali usati influenzano inevitabilmente la qualità e il prezzo del prodotto finale. Il prezzo viene influenzato anche dalla grandezza dell’ombrello. Un ombrello personale è ovviamente più economico rispetto a un ombrellone di paglia. I materiali più comuni per la costruzione di un asta, è il legno, l’alluminio, l’acciaio, e più raro la plastica o le fibre di vetro.

La struttura e i punti laterali :

Per quanto riguarda la costruzione dell’ombrello personale, la struttura e i punti laterali e pieghevoli, sono manufatti sopratutto in acciaio o alluminio a sezione  a U. Sono uniti insieme con l’asta, mentre le molle applicati all’asta, servono per l’apertura e la chiusura dell’ombrello.

Simile è la costruzione e il meccanismo dell’ ombrellone portabile.

Nel caso dell’ombrellone fisso di paglia, che si incontra ad alberghi e a bar sulla spiaggia, la struttura resistente è costruita in legno o ferro zincato e viene unito a stecche antivento in metallo. La struttura funzione come base per applicare la copertura.

la copertura dell’ombrello :

Nel caso dell’ombrello personale, la copertura è cucita a mano sopra le parti di metallo.

Il solito ombrellone con telo è  composto da 8 sezioni di  tessuto, anche se ce ne sono altri composti da 6. Il tessuto  è tipicamente di poliestere sintetico o di PVC con un rivestimento di acrilico al parte inferiore.

Nel caso dell’ombrellone di paglia che si inconta accanto ai lettini da spiaggia, il materiale tipico usato per la copertura è la canna o il vimine. Un ombrellone di paglia protegge dalla radiazione solare molto di più rispetto a qualsiasi altro materiale sintetico. Grazie all’ intrecciatura della coperura l’aria può circolare liberamente, rendendo l’ombrellone ancora più resistente al forte vento e offrendo massima freschezza.